FOULARD


Hai lasciato sul mio cuore
il tuo foulard
con l'essenza dei tuoi baci
di satin
e la musica dalla radio
che gracchiava nel silenzio
della sera quasi umida
tra le foglie dell'assenzio

Hai lasciato sul mio cuore
il tuo foulard
con la seta dei tuoi sguardi
di chiffon
le persiane che sbattevano
senza fare mai rumore
tra le piante di limoni
ed il passare delle ore

E Paris che cambiava il suo colore
come a volte cambia il tempo nell'amore
e tu che salutavi nell'aria di cotone
i tuoi occhi, due smeraldi, in un mare di persone

Hai lasciato sul mio cuore
il tuo foulard
e le preziose tue carezze
di taffetà
con la luce di candela
sopra rossi melograni
tu l'eterna migrazione
tra la pelle e le mie mani

E Paris che cambiava il suo colore
come a volte cambia il tempo nell'amore
e tu che salutavi nell'aria di cotone
i tuoi occhi, due smeraldi, in un mare di persone

La sabbia nelle tasche
mi portava a un lungo viaggio
tra le nebbie e le foschie
tra deserto e periferie
L'attesa d'incontrarti
in un campo di lavanda
la tua impronta sul cuscino
evaporata nel mattino

Hai lasciato sul mio cuore
il tuo foulard
con l'essenza dei tuoi baci
di satin
e la musica dalla radio
che gracchiava nel silenzio
della sera quasi umida
tra le foglie dell'assenzio

E Paris che cambiava il suo colore
come a volte cambia il tempo nell'amore
e tu che salutavi nell'aria di cotone
i tuoi occhi, due smeraldi, in un mare di persone

E Paris che cambiava il suo sapore
come a volte cambia il passo nell'amore
e tu che ti voltavi così talmente bella
e sul tavolo i tuoi dolci al profumo di cannella

a Paris, a Paris
hai lasciato sul mio cuore il tuo foulard