L'ULTIMA NOTTE


Anche in questa livida sera
la mia anima si scioglie
tra lacrime silenziose
lentamente se ne va
e bagna il mio letto
di polvere e cartone
nascosto sui marciapiedi della città.

E lo so che non dormirò,
questa notte guarderò le stelle
forse le stesse che guardi tu.

E ancora un altro giorno
non so neppure quale sia
l'indifferenza che mi incontra
mi guarda in faccia e se ne va
e asciuga il mio cuore
di marmo e di sapone
un cuore che battere non sa da un'eternità.

Balla con me
spirito di vino
leggero come piume sarò
portami con te
Balla con me
che se l'inferno è vicino
io ne sento il profumo, ma tu
fammi sorridere un po'

Vorrei solo addormentarmi
cercando un'isola felice
e in quel attimo il dolore
per incanto se ne andrà
ma torna più intenso il tormento
con un rigurgito di tosse
che mi porta, vigliacco, di nuovo in questa realtà.

E lo so che non dormirò,
questa notte guarderò le stelle
forse le stesse che guardi tu.